• Solaris Motorsport costretta a salutare in anticipo l’ovale di Tours

    Tours, Francia – C’erano tante aspettative per la prima volta della Solaris Motorsport e di Francesco Sini su un tracciato ovale. Il quarto round della NASCAR Whelen Euro Series era iniziato sotto i migliori auspici per la formazione italiana, con Francesco Sini bravo a firmare il suo miglior tempo a soli quattro decimi dalla miglior prestazione e tempi un continuo miglioramento che facevano presagire un fine settimana interessante. Un improvviso cedimento meccanico ha invece causato la fine anticipata del weekend della Solaris Motorsport, con la Camaro finita violentemente a muro e risultata troppo danneggiata per poter proseguire la marcia nell’Oval World Challenge.

    Uscito illeso e con le sue gambe dalla vettura, Francesco Sini non ha nascosto il suo disappunto per il crash che ha causato l’interruzione con bandiera rossa della seconda sessione di prove libere. “E’ davvero un peccato terminare il weekend così, stavamo prendendo sempre più confidenza e i tempi continuavano ad abbassarsi. Quasi al termine della sessione, all’improvviso qualcosa si è rotto e la macchina ha scartato verso l’esterno e il muro mentre stavo percorrendo Curva 2. Non ho potuto fare nulla, è stato un attimo e la Principessa ha colpito violentemente il muro. Io sto bene, qualche dolore muscolare dovuto dalla decelerazione ma la Camaro avrà bisogno di cure extra. Il muro non si è voluto spostare.” ha concluso scherzando Ringhio.

    Queste NASCAR sono davvero robuste, ma il muro evidentemente di più. L’impatto è stato decisamente violento, i commissari hanno dovuto lavorare per ripristinare la pista ma Francesco non si è fatto un graffio e questa è la cosa più importante. Purtroppo non era possibile risistemare la Camaro in loco, una volta tornati nella nostra sede a Pescara potremo capire la reale entità del danno. Da una prima analisi sembra che la causa sia un improvviso cedimento meccanico all’anteriore” ha commentato Roberto Sini, Team Principal della Solaris Motorsport, che guarda già al futuro. “Per fortuna c’è abbastanza tempo per sistemare tutto per il prossimo round di Hockenheim a settembre. Ci sarà da lavorare, ma vogliamo arrivare in Germania in grado di salire di nuovo sul podio!

    La NASCAR Whelen Euro Series, chiusa la regular season con il round di Tours, tornerà in pista a settembre quando i Playoffs in programma a Hockenheim e a Zolder, che regaleranno punteggio doppio, decreteranno il Campione 2018.

    Massimiliano Palumbo